Due coppie

  • Posted on marzo 19, 2015 at 16:15
Le villette ove abitano le due coppie

Le villette ove abitano le due coppie

In una serie di villette a schiera, nel bella periferia di una cittadina italiana, si erano appena trasferite due coppie fresche di matrimonio. Una accanto all’altra.

A destra abitavano Giulio e Isabella, a sinistra Alessandro e Rossella.

Passano vent’anni e riguardando le due villette, in quella di destra Giulio e Isabella hanno vissuto due lustri di gioia e armonia, con i loro due figli ormai più che adolescenti.

A sinistra invece la casa era rimasta vuota da qualche tempo…

Ma cos’è successo in questo lasso di tempo?

Cos’ha impedito a Rossella e Alessandro di essere felici insieme?

Avvolgiamo il nastro del tempo…

Alessandro è un appassionato e stra-tifoso di calcio: non perde una partita e tra campionato, Champions League, Uefa ecc… sono davvero tantissime! Per Rossella invece è solo una noia mortale. All’inizio aveva provato a seguire qualche partita ma proprio non capiva l’accanimento del marito. Già  da fidanzati aveva questa passione, ma lei era convinta che con il matrimonio si sarebbe affievolita, invece era più che triplicata!

All’inizio era divertente invitare qualche amico con le fidanzate e mogli così le ragazze stavano da una parte e i ragazzi dall’altra, ma con l’arrivo dei figli, ognuno poi iniziò a rimanere a casa propria.

Giulio invece aveva la passione della bicicletta ed aveva coinvolto la moglie che, dopo un primo momento di resistenza, aveva iniziato ad accompagnarlo nelle sue escursioni. Lui, dal canto suo, era stato molto paziente, e si era comportato come il più dolce dei coach! Era grato alla sua compagna dello sforzo che stava facendo e passare del tempo insieme a fare ciò che lo appassionava: non poteva chiedere di meglio!

Poi gli anni passarono e arrivarono i primi bebè… le cose dovevano per forza cambiare….

Rossella, abituata ormai a fare da sola, non era stata capace di coinvolgere il marito nella nuova condizione: si era creato un rapporto di simbiosi tra madre e figlia dal quale lui si era sentito escluso.

Giulio e Isabella ebbero un maschietto e dopo pochi mesi era facile vederli in giro in bici tutti e tre!

Alla luce di questi fatti, possiamo dire che il collante che ha unito Giulio e Isabella è avere interessi comuni… quello che è mancato a Rossella e Alessandro.

Entrambe le coppie si amavano molto, avevano lo stesso status economico, famiglie serene alle spalle ma gli ultimi due non sono stati capaci di ritagliare degli spazi per loro. E non sono neache stati in grado di vedere che le cose stavano degenerando e parlare con sincerità  l’uno all’altra.

L’errore di Alessandro è stato quello di non cercare un’alternativa al calcio, di dare per scontato che andava bene così e non curarsi delle richieste di attenzione della moglie che a volte erano esplicite, altre inespresse.

L’errore di Rossella è stato quello di non coinvolgere il marito quando è nata la loro figlia: quello forse sarebbe stato il momento ideale per fargli spostare l’attenzione dalla sua passione e farlo appassionare alla famiglia.

L’errore di entrambi è stato quello di non provare a trovare un confronto: il loro amore, seppur sincero non ha retto tanti anni di abitudini ed incomprensioni.

La morale di questa storia è quella di aiutarvi a mettere attenzione al vostro rapporto di coppia per far si che, come quello di Giulio e Isabella, sia longevo e ricco di amore! Cercate di non dare tutto per scontato, evitate di “lasciar perdere”, ricordatevi che le cose non dette sono proprio quelle che lasciano gli strascichi più pesanti! Le piccole incomprensioni danno spazio, nel tempo, ai rinfacciamenti, alle ripicche.. le parole non dette, le emozioni non condivise, anche quelle apparentemente più superficiali, rischiano di costruire un muro tra di voi e di allontanarvi sempre più. L’amore è tanto meraviglioso quanto fragile, non dimenticate di dare acqua e attenzioni alle piante del vostro giardino.. possono darvi dei fiori stupendi!

per mano

Anche tu hai un tuo vissuto che vuoi condividere?

Cosa ne pensi delle due coppie descritte?

Con quale delle due ti sei maggiormente identificato? E perché? 

Lascia i tuoi commenti nel box qui sotto!

Con affetto,

Vanessa

Lascia un commento