You are currently browsing the tecniche category
Displaying 1 entry.

La Gratitudine

  • Posted on maggio 27, 2014 at 07:27

La Treccani definisce il termine gratitudine così: sentimento e disposizione d’animo che comporta affeto verso chi ci ha fatto del bene, ricordo del beneficio ricevuto e desiderio di poterlo ricambiare (sinonimo di riconoscenza ma può indicare un sentimento più intimo e cordiale), nutrire gratitudine per o verso qualcuno.

gratitudine

La frase sott’intende che questo sentimento è provato da una persona nei confronti di un’altra.

Ma usciamo dai canoni dell’ordinario concepire e immergiamoci nello STRA-ordinario concepire, ecco che una parola che ha una definizione apparentemente ovvia, si stravolge….

 

Chi è la prima persona a cui devi la tua gratitudine? Pensaci un attimo….

A tua mamma? tuo padre? alla persona che ti ha aiutato a uscire da quella brutta situazione?

 

Ebbene…. NO la prima persona che devi ringraziare sei TU!

Si, la tua parte spirituale, quella che brilla in ognuno di noi.

 

IO SONO VIVO….GRAZIE

(ripetila tutte le mattine, ad occhi chiusi)

 

Questo è un esercizio tanto banale quanto potente!! (Dura meno di un minuto, quindi necessita solo un po’ di costanza!)

Quando ci si alza dal letto, la macchina cervello entra in azione e si pensa: oggi devo fare quello, questo, ecc… e si corre… quanto è frenetica la nostra vita!

 

Prima di iniziare la giornata, fermati un attimo e ripetiti la frase “io sono vivo, grazie” questo banale gesto ti porta a consapevolizzare che ogni cosa intorno a te è effimera e che l’unico tempo che davvero esiste è il tempo presente.

Se ti trovi più a tuo agio, puoi rivolgere il tuo grazie a Dio, l’esercizio funziona lo stesso, ma sappi che tu sei già un essere divino! La tua parte spirituale è divina!

Per questo rivolgere la tua gratitudine a te o a Dio è la stessa cosa…

La Religione Cattolica ci insegnato che Dio è qualcosa al di fuori di noi, ma altre Religioni e dopo tanti anni dedicati alla Crescita Personale, ti posso assicurare che ognuno di noi ha una scintilla di divinità. Bisogna solo farla risplendere!

 

Quando la frase “io sono vivo… grazie” viene detta con un vero sentimemento di gratitudine, ecco che appena apriamo gli occhi, anche se il contesto intorno non è cambiato, ci si sente mutati dentro.

Non ci sono parole per descrivere come ci si può sentire. Bisogna solo provare!

Per portare questo tipo di attenzione durante tutta la giornata, puoi metterti in tasca una pietra, grande quanto una gomma da cancellare, e ogni volta che inserendo la mano in tasca troverai la pietra, stringila nel pugno e ripetiti: GRAZIE! Così facendo farai riaffiorire il sentimento di gratitudine e tutti gli annessi positivi ad esso collegati.

 

Ora ti chiedo di provare…. chiudi gli occhi e ripetiti la frase un po’ di volte: IO SONO VIVO… GRAZIE

……….

Fatto?… Come stai? Come ti senti? Cosa stai provando? Riesci a percepire il sentimento di gratitudine?

 

Condividi con la community di MeditaMente….